Dolore lombare cronico

LA RADIOFREQUENZA

L’ablazione con radiofrequenza (RFA) è una procedura medica in cui parte del sistema di conduzione elettrica di un tessuto disfunzionale viene ablata usando il calore generato dalla corrente media frequenza alternata (nell’intervallo 350-500 kHz). L’RFA viene generalmente condotto in ambiente ambulatoriale, utilizzando anestetici locali o anestesia di sedazione cosciente.
La RFA, o rizotomia, è usato per trattare il dolore cronico grave nella parte inferiore (lombare) della schiena, dove le onde a radiofrequenza vengono utilizzate per produrre calore su specifici nervi individuati che circondano le faccette articolari su entrambi i lati della colonna lombare. Generando calore attorno al nervo, il nervo viene ablato, distruggendo così la sua capacità di trasmettere segnali al cervello. I nervi da ablare sono identificati mediante iniezioni di anestesia locale (come la lidocaina) prima della procedura RFA. Se le iniezioni di anestesia locale forniscono sollievo temporaneo dal dolore, allora l’RFA viene eseguita sul / i nervo / i che rispondono bene alle iniezioni. La RFA è una procedura minimamente invasiva che di solito può essere eseguita in ambulatori diurni, andando a casa poco dopo il completamento della procedura. Il paziente è sveglio durante la procedura, quindi i rischi associati all’anestesia generale sono evitati. Una linea per via endovenosa può essere inserita in modo che possano essere somministrati sedativi leggeri.
La radiofrequenza presenta una limitazione per il dolore lombare cioe lo svantaggio di questa procedura è che i nervi recuperano la funzione nel tempo, quindi il sollievo dal dolore raggiunto dura solo per un breve periodo (3-15 mesi) nella maggior parte dei pazienti, in alcuni casi può anche essere più duraturo.

Add Comment